Orizzonti Culturali Italo-Romeni

Progetto Banaterra

Versiune tiparSend by emailVersiune PDF

1. Perché Banaterra?


È semplice. Perché il Banato merita pienamente un’iniziativa come questa. Perché è arrivato il tempo di mettere assieme le informazioni relative a popolazioni e luoghi. Perché, ʻsfogliandoʼ questa possibile enciclopedia, gli interessati possano conoscere questo territorio ricco di storia e tradizioni. Perché, in definitiva, qualcuno lo doveva pur fare. Certamente, ogni inizio è difficile. Avviare un progetto così massiccio può sembrare a prima vista un gesto pazzesco. Ci hanno chiesto perché non lo abbiamo chiamato, ad esempio, l’«Enciclopedia del Banato». Abbiamo ritenuto che sarebbe stato troppo. «BANATerra» non sarà un’enciclopedia nel vero senso della parola, un’opera elaborata secondo tutti i rigori scientifici. Ma può essere una possibile enciclopedia. E, di sicuro, sarà multimediale, dove potrete trovare testi, immagini, file audio e video.


Perché «BANATerra»? Perché abbiamo cercato un nome suggestivo che, da una parte, fosse originale, e dall’altra, facile da memorizzare. E che potesse suggerire agli stranieri l’idea di regione, di territorio.


Perché «BANATerra»? Perché, nel corso degli anni, si è accumulata relativamente al Banato una grandissima quantità di informazioni in formato digitale che, lavorata adeguatamente, può diventare molto utile. Siamo certi che molti di voi ci invieranno a titolo gratuito foto e testi sulle località in cui sono nati e che amano, contribuendo in questo modo allo sviluppo del nostro progetto.

 

Perché «BANATerra»? Perché, nell’Unione Europea si punta molto sui valori delle regioni e il Banato gode del privilegio di avere tutta una serie di valori. Non ci siamo proposti, in questa fase, di dare al progetto un’impostazione transfrontaliera – e qui ci riferiamo all’Euroregione Danubio-Cris-Mures-Tibisco, che comprende anche il Banato storico –, ma di costruire minuziosamente quello che, con il vostro aiuto, può diventare alla fine una vera e propria enciclopedia.

 

2. Descrizione del Progetto Banaterra


Il Banato è una regione storica con un’identità ben definita nel Sud Est dell’Europa, il cui territorio venne diviso, nel 1919, tra la Romania (2/3), il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (1/3, oggi in Serbia), e l’Ungheria (1%). Qui vivono quasi 30 nazionalità di varie confessioni e culture. Il Progetto Banaterra è stato iniziato dall’Associazione Progetto Rastko Romania di Timişoara, parte della rete culturale globale Rastko Project (www.rastko.net). Allo sviluppo del progetto contribuiscono più di 50 specialisti di tutto il mondo. Il Progetto Banaterra, una possibile enciclopedia del Banato storico, con informazioni sulle popolazioni e sui luoghi del Banato di ieri e di oggi, si propone di: promuovere le Culture delle diverse nazionalità qui presenti e le loro personalità; diventare il luogo di convergenza nazionale, culturale e confessionale di tutti i suoi abitanti, nel pieno rispetto dei valori nazionali e degli attuali confini politici e amministrativi.